Come prevenire e curare la violenza domestica

 La modalità di lavoro nell’ambito del Centro prevede il seguente iter:
  • Raccolta documentazione completa relativa ad ogni soggetto con creazione per ognuno di questi di un “fascicolo criminologico”
  • Eventuale incontro con assistente sociale o difensore per valutazione del caso
  • Primo approccio con l’autore di reato per definire il campo di lavoro con patto trattamentale e consenso a registrare i colloqui
  • Colloqui criminologici inerenti gli episodi di reato commessi
  • Colloqui trattamentali (minimo 12) con particolare attenzione:
    – alla cultura della discriminazione e della ineguaglianza di genere
    – agli antecedenti precoci del ciclo dell’abuso e delle patologie dell’attaccamento
    – alla responsabilizzazione dell’autore di reato e alle tecniche di neutralizzazione da lui  adottate
  • Incontro di restituzione sul percorso svolto
  • Relazioni intermedie e finali
  • Follow up a sei mesi

 

Specialisti del Centro SaViD

Prof.ssa Isabella Merzagora, Professore Ordinario di Criminologia, Sezione di Medicina Legale e delle Assicurazioni, Università degli Studi di Milano; Presidente della Società Italiana di Criminologia
Dott. Guido Travaini, Ricercatore Senior in Medicina Legale e Docente di Criminologia, Università Vita e Salute San Raffaele Milano
Dott.ssa Palmina Caruso, Psicologa clinica e criminologa, Tecnico Laureato dell’Università degli Studi di Milano

crimineCome prevenire e curare la violenza domestica